La missione della FISM a Buenos Aires sarà più lunga del previsto

La missione del Fondo monetario internazionale che arriverà in Argentina mercoledì sarà prolungata di alcuni giorni più del previsto, fino al 19, per consentire “un dialogo e un lavoro più profondo” con il governo, è stato riferito lunedì a Washington.

Una fonte del Fondo ha riferito che un team tecnico dell’agenzia visiterà Buenos Aires dal 12 al 19 febbraio, una settimana in totale, invece dei due giorni inizialmente segnalati. Questo sarà il primo viaggio di questa missione da agosto, quando le visite sono state sospese a seguito dell’esito degli STEP e delle turbolenze che ne sono seguite e del conseguente congelamento del programma di stand-by da 57 miliardi di dollari.

Vi raccontiamo le notizie più importanti della giornata, e cosa succederà domani al vostro risveglio
La missione in arrivo mercoledì sarà guidata da Julie Kozack, vice direttore del dipartimento dell’emisfero occidentale, e da Luis Cubeddu, capo missione FMI per l’Argentina, l’uomo che l’anno scorso ha sostituito Roberto Cardarelli in quella posizione.

Secondo il portavoce, la delegazione arriverà in Argentina per “continuare il dialogo in corso sul programma economico del governo e sulle prospettive economiche del Paese”. Dicono che la missione sarà anche un’opportunità per “conoscere meglio la strategia delle autorità per affrontare la situazione del debito dell’Argentina”.

Oltre a questo sottolineano che il soggiorno a Buenos Aires fino al 19 febbraio (invece del 14 come annunciato in precedenza) permetterà “un dialogo e un lavoro più approfondito su questi temi”.

Il portavoce ha anche detto che durante il loro soggiorno i membri del team si incontreranno con funzionari del Ministero dell’Economia, della Banca Centrale e di altre istituzioni economiche governative.

La missione era stata annunciata dopo l’incontro del ministro dell’Economia Martín Guzmán, Cubeddu e Kozack il 27 gennaio a New York, il primo contatto formale tra il funzionario argentino e quelli del Fondo. Il portavoce Gerry Rice ha dichiarato che l’obiettivo della missione era “continuare lo scambio di opinioni sui piani macroeconomici e sulla sostenibilità del debito”.

I dettagli sono stati messi a punto durante un incontro tra la responsabile del Fondo, Kristalina Georgieva, e il ministro Guzman in un seminario in Vaticano il 5 febbraio.

Da quando è entrato in carica sotto la guida di Alberto Fernández, il Fondo ha richiesto i dettagli del piano economico al fine di valutare l’eventuale sostenibilità di una proposta di rinegoziazione del debito con l’organizzazione. Finora vedono segni “positivi” di “stabilizzazione”, con le misure economiche che il governo ha preso al momento dell’insediamento, ma sono ancora in attesa del piano generale.

Il direttore del Western Hemisphere Fund, Alejandro Werner, ha dichiarato che la missione si concentrerà sull’aiutare le autorità a “costruire il quadro macroeconomico, capire quali politiche pubbliche saranno attuate per migliorare la distribuzione del reddito e riattivare l’attività produttiva”.

Richard Addington

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *